sex live cam meet strange local sluts skype names bustyseniorsexdating adult sex dating in mount holly new jersey

Consorzio Golfo dell’Asinara

Progetto di sviluppo 2020

Obiettivi del Consorzio Golfo dell’Asinara

• Il miglioramento della qualità della vita delle comunità del Golfo dell’Asinara
• La creazione di una rete di attività Esperenziali
• Lo sviluppo della rete di commercializzazione delle produzioni locali caratterizzanti luoghi e costumi – incluso un marchio proprio registrato
• Lo sviluppo della conoscenza dei luoghi di interesse anche a fini turistici del Parco
• Lo sviluppo di processi anche di riqualificazione urbana e territoriale a fini turistici
• La stipula di specifiche Intese con gli HUB del sistema turistico imprenditoriale Regionale affinché vi sia una effettiva integrazione tra il  turismo costiero e quello ambientale culturale e delle zone interne

La volontà di sviluppare dal basso i processi e le strategie, mediante il coinvolgimento di tutti gli attori dello sviluppo, pone le basi affinché il Golfo dell’Asinara possa offrire prodotti turistici di grande attrattivita’ in mercati tradizionalmente trascurati dal nostro sistema commerciale.

Area comunicazione

1) Creare identità del Consorzio sotto l’aspetto grafico in tutte le sue esplicazioni: carta, stampa, media, social, strumenti operativi, stand fieristici
2) Comunicazione: attraverso tutte le opportunità esistenti sul mercato
3) Aumentare la base associativa anche attraverso la formula della “affiliazione”
4) Dotarsi di una struttura operativa autosufficiente: segreteria, addetto stampa, web manager, blogger ecc.

Area operativa

5) Predisporre progettazione a medio termine per: educational tour, B2B, Fiere specialistiche
6) Campagna Web per comunicare e diffondere notorietà Consorzio e territorio di competenza
7) Realizzare un Booking center per la raccolta delle prenotazioni delle singole strutture aderenti
8) App di sistema che conceda facilitazioni e sconti ai clienti del Consorzio e, nel contempo, dia informazioni sul territorio a 360°: storia,  tradizioni, feste ed eventi locali, archeologia, chiese, luoghi di intrattenimento, spiagge, ristoranti, shopping e tutto ciò che potrebbe essere utile ad un visitatore
9) Fidelity Card che permetta agli utenti di fare shopping e visitare i luoghi turistici con particolari facilitazioni
10) Sensibilizzare le autorità locali al tema turistico invitandoli alla progettazione di eventi ed occasioni di incontro con un programma almeno triennale
11) Sport: è un formidabile attrattore in tutte le sue declinazioni. In particolare, abbiamo da tempo un progetto di “Turismo attivo” per i periodi extra balneari, di rilevanza internazionale, che attende solo di reperire le risorse per effettuato.
12) Progetti eno gastronomici: il nostro territorio è ricco di professionalità ed eccellenze nel settore che,da sole, potrebbero essere messe a sistema per la creazione di pacchetti
vacanza a tema gastronomico da proporre ad un mercato attento e sensibile a questo tema
13) A questo riguardo non sarebbe male recuperare la “Rassegna dell’Aragosta”, prodotto di eccellenza nell’area che va da Bosa fino all’Isola Rossa passando da Alghero, Stintino, Porto Torres, Sassari, Sorso, Castelsardo e Valledoria. Rassegna che coinvolgerebbe i principali ristoratori del territorio e si concluderebbe con una gara fra di essi. In passato, questo evento ha avuto un buon successo ed ha visti coinvolti oltre agli chef e le strutture anche l’università di Sassari che aveva fatto uno studio ricerca sull’aragosta di quest’area ed aveva prodotto un libricino molto interessante. Data la particolarità e la peculiarità di questo prodotto, potrebbe diventare, adeguatamente rappresentato e supportato, il simbolo della intera area.
14) Su questo filone, si potrebbero realizzare progetti di informazione e comunicazione, a supporto e nell’interesse del nostro territorio, con la creazione di eventi e concorsi giornalistici che coinvolgano gli operatori della comunicazione: giornalisti, scrittori, operatori cinematografici e della televisione ecc. che mettano in evidenza,nel loro lavoro, il Golfo dell’Asinara
15) Seguendo questo principio, il Consorzio potrebbe realizzare Guide turistiche plurilingue, video filmati informativi, un libro a tema dedicato alle bellezze ambientali,culturali, storiche, usanze ed eventi locali, produzioni artigianali ed agroalimentari del territorio ecc.
16) Progetto SAFE & GREEN. Il Consorzio Golfo dell’Asinara è proprietario del marchio che viene concesso agli operatori interessati solo se si sottopongono ad un percorso di certificazione che ne garantisce il rispetto del protocollo in tema di sicurezza sanitaria e di rispetto ambientale. Tale procedura fa parte di un accordo da noi predisposto che permetterebbe, agli utilizzatori, di presentarsi sul mercato in una posizione di grande privilegio rispetto a chi non lo ha. Per fare ciò, occorre ovviamente un grande sforzo economico per divulgare il marchio e le sue caratteristiche al fine di raggiungere un pubblico sempre più vasto. Il Consorzio, ovviamente, chiederebbe un fee per permettere l’uso del marchio. Non sarebbe male, inoltre, se la Regione Sardegna aiutasse gli operatori
dandogli un contributo per la certificazione.

Area commerciale

17) Attivare un ufficio commerciale che avrebbe il compito di ottenere condizioni di particolare convenienza per gli associati al Consorzio, attraverso la stipula di accordi commerciali con i produttori e le loro associazioni di categoria.
18) Accordi con gli Istituti di credito per facilitare l’accesso al credito a condizioni di particolare favore.
19) Realizzazione di azioni di stimolo dell’economia locale.
20) Iniziative idonee a promuovere lo sviluppo locale e territoriale
21) Attivazione di misure idonee ad attrarre finanziamenti e sovvenzioni aggiuntive nelle aree Parco
22) misure di consulenza e assistenza tecnica ed amministrativa da svolgersi mediante assistenza di personale specializzato in apposite sessioni seminariali e di assistenza tecnica
anche con riguardo a misure specifiche